MENU DI NAVIGAZIONE:

Monitoraggio dei Campi EM di origine antropica

Nelle bande ELF-LF-VHF-UHF (50 Hz, 100 kHz - 3 GHz)

Del Dott. Ing. Angelo Lozito

5. Tecniche per la riduzione dell'esposizione

Si è ampiamente analizzata la circostanza che i valori misurati dalle centraline non possono essere assunti direttamente come prova strumentale di superamenti dei limiti ma piuttosto come possibili segnali di warning che consentono di attivare, da parte degli organi di vigilanza, mirate procedure di controllo e da parte delle amministrazioni competenti di adottare i conseguenti provvedimenti amministrativi ove i controlli confermassero i superamenti dei limiti.
Occorrerà pertanto definire i criteri in base ai quali fissare la soglia di warning al di sopra della quale i dati del monitoraggio siano considerati rappresentativi di situazioni critiche.

SUCCESSIVO